Inclusione

/Inclusione
Inclusione2019-01-29T09:59:57+02:00

La scuola opera scelte programmatiche orientate alla promozione di percorsi formativi inclusivi mediante la predisposizione di un curricolo attento alle diversità.

All’inizio del percorso quinquennale, nel primo mese di scuola delle prime classi, sono attuate indagini didattico-pedagogiche finalizzate alla conoscenza degli stili di apprendimento degli alunni e alla eventuale rilevazione di difficoltà da approfondire  in sede medica. Possono, così, essere progettati percorsi didattici individualizzati e personalizzati per gli studenti con BES nell’ambito del Gruppo di Lavoro per l’Inclusione presente nell’Istituto, formato dai docenti curricolari, di sostegno e dalla rappresentanza dei genitori.

Nella definizione di BES (bisogni educativi speciali) rientrano le seguenti categorie:

  • Disabilità
  • Disturbi evolutivi specifici: disturbi dell’apprendimento, deficit del linguaggio, deficit delle abilità non verbali, deficit della coordinazione motoria, deficit dell’attenzione e dell’iperattività
  • Svantaggio socio-economico, linguistico, culturale, economico
  • Alunni adottati

La Direttiva Ministeriale del 27/12/12 “Strumenti di intervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica” punta l’attenzione sulla necessità di analizzare i bisogni di ogni alunno ed estende il diritto di tutti gli alunni in difficoltà alla personalizzazione dell’apprendimento nella direzione di una presa in carico complessiva e inclusiva di tutti gli alunni, rimuovendo gli ostacoli nei percorsi di apprendimento e modulando gli apprendimenti di ogni alunno nell’ottica di una scuola sempre più inclusiva.

Fermo restando l’obbligo di presentazione delle certificazioni per l’esercizio dei diritti conseguenti alle situazioni di disabilità e di Disturbo Specifico di Apprendimento (DSA), è compito dei Consigli di classe, sulla base di considerazioni pedagogiche e didattiche da verbalizzare, indicare in quali altri casi, non ricadenti nei disturbi clinicamente riscontrabili, sia opportuna e necessaria l’adozione di una personalizzazione della didattica ed eventualmente di misure compensative e dispensative previste dalle Linee guida allegate alla legge 170/2010  formalizzate nel Piano didattico educativo (PDP).

Nel nostro Istituto è attiva la seguente procedura di rilevazione di nuovi casi Bes a cura dei C.d.c. i quali::

1) individuano, in base alle osservazioni che vengono effettuate utilizzando l’apposita griglia (allegato n. 1), gli alunni che presentano bisogni educativi speciali;
2) programmano la modalità degli incontri, di informazione e confronto, con i genitori degli alunni BES in relazione ai loro bisogni formativi;
3) completano la scheda rilevazione dei “punti di forza” dell’alunno e gruppo classe su cui fare leva nell’intervento formativo (allegato n.2);
4) Compilano la scheda di rilevazione delle condizioni che faciliteranno il processo di apprendimento dell’alunno (allegato n.3);
5) compilano, nei c.d.c. programmati e/o eventualmente convocati ove necessario, dopo una attenta  valutazione delle griglie di osservazione prodotte dai singoli insegnanti, la scheda di rilevazione dei bisogni educativi speciali  (allegato n. 4).

Attività per l’Inclusione

Oltre alle attività curricolari, ne sono previste altre al di fuori della classe: in particolare corsi di pittura pomeridiani aperti a tutti, attività sportive, progetti interdisciplinari e laboratori teatrali, uscite programmate, visite a mostre, partecipazione a eventi culturali dove i ragazzi diversamente abili sono sempre accompagnati da un insegnante di sostegno.
Durante il corrente anno scolastico è prevista l’attivazione dei seguenti progetti finalizzati all’inclusione e coerenti con quanto sopra esplicitato:

“Siamo tutti Supereroi”
Lo spettacolo teatrale che sarà realizzato in toto dai ragazzi del Liceo artistico G. Manzù e del Liceo classico M. Pagano relativamente a sceneggiatura, scenografia, costumi, riprese, ecc., ha l’intento educativo di proporre un momento di riflessione sulla “bellezza” di ogni essere umano. Ogni persona è bella in quanto unica, ed è unica in quanto ognuna possiede dei doni: SUPERPOTERI. Tali “superpoteri” vanno quindi individuati e attualizzati. La vera realizzazione di se, dunque il ben-essere, si ottiene dall’essere se stessi, nei pregi e nei difetti. Tale spettacolo teatrale risponde così anche al motto socratico: conosci te stesso.

Life skills e inclusività”
Il progetto si propone di attivare le potenzialità di ogni ragazzo e allenare le competenze emotive (come la consapevolezza di sé e la gestione delle emozioni), sociali (entrare in empatia con l’altro, saper instaurare relazioni efficaci e comunicare in modo efficace) e cognitive (come risolvere i problemi, prendere buone decisioni, sviluppare senso critico e creatività) necessarie ad affrontare questo particolare momento della loro vita con una miglior consapevolezza.

Prevenzione pedagogica dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo”
Un progetto che ha lo scopo di rendere gli alunni capaci di riconoscere gli indicatori del bullismo e cyberbullismo e per condurre il gruppo al “pensare positivo”, con empatia, attraverso comportamenti e progetti costruttivi. E’ rivolto a tutti gli alunni dei tre plessi.

Saranno inoltre attivati dei percorsi sperimentali che coinvolgeranno gli alunni BES senza docente di sostegno. In particolare, si sperimenterà la metodologia del tutoring tra pari in alcune classi campione.